Dora e i suoi segreti... 4

Osservo Giacomo: un uomo normale a prima vista, non atletico ma in forma, testa rasata non per sua volontà ma per mancanza di materia prima. E a me piacciono molto gli uomini rasati come quelli con i capelli. A differenza di quello che pensano gli uomini, noi non abbiamo la fissa per i loro capelli! Siamo troppo occupate a prenderci cura dei nostri! Quindi basta complessi. Certo che se devo mettere a confronto due uomini come in questo caso devo essere accurata nella descrizione di entrambi, prendo tempo mentre costruisco un mega buco nella sabbia che poi viene trasformato in piscina sei posti dalle onde incazzose di questi giorni, ma i bimbi ne sono felici. Persevero e osservo: è un uomo che non colpisce particolarmente, niente in lui farebbe perdere la testa a prima vista... Ma guardandolo più attentamente noto che ha un bel viso, bei lineamenti delicati, fieri, occhi espressivi (vedo di notte come i gatti e da lontano come dei binocoli) e un sorriso non impostato. Certo qualcosa di strano deve avere altrimenti perché Dora sarebbe così eccitata dalla presenza di Angelo? Ma ancora più importante: perché penso che lei voglia tradire il marito con un'altro? È solo una mia impressione? Direi di no. Dora si fa da parte,si siede e ascolta il marito. Oserei dire che ha un muso lunghissimo, avete presente il cane Boxer? Ecco la sua faccia sembra proprio quella del mio cane con guance cascanti e occhioni disperati. Nel frattempo mi sono spostata,sono seduta sulla sabbia e posso sentire alcune frasi. Dire che capisco questa ragazza non è la verità, ma inizio a comprendere le cose. Lui è uno degli uomini più noiosi che le mie povere orecchie abbiano avuto occasione di ascoltare. Non stupisce che il suo cervello sia in modalità stand-by! Lo percepisco dagli occhi immobili che fissano un punto immaginario alle spalle di lui, certo non può mica guardare Angelo... O forse sì?

Featured Review
Tag Cloud

© 2023 by The Book Lover. Proudly created with Wix.com

In principio era il verbo. No, in principio era il sesso.
(Antonio Gramsci)